Como, Città dei balocchi!

16:23

Benvenuti nella Città dei balocchi!


La favola di Pinocchio non c'entra nulla...siamo a Como e non ci sono bambini discoli che si trasformano in somari!

Anche quest'anno, la città ha organizzato la manifestazione più amata da grandi e piccini oltre che dai Natale-dipendenti (tra i quali la sottoscritta), giungendo ormai alla sua XXV edizione.

Dal 24 novembre 2018 al 6 gennaio 2019, la città di Como ha organizzato la XVI edizione di COMO, CITTA' DEI BALOCCHI, manifestazione che mette insieme spirito natalizio,  tradizioni comasche, eno-gastronomia, iniziative sociali e svago di vario genere.


Il centro della manifestazione è  in Piazza Cavour, proprio vicino al lago di Como, dove si allestisce come ogni anno la maggioranza delle casette del Mercatino di Natale che offrono ai visitatori delizie gastronomiche locali ma anche provenienti da tutta Italia (oltre che qualche delizia di provenienza estera), idee regalo e manifatture artigianali di vario genere



La pista di pattinaggio sul ghiaccio è una delle maggiori attrazioni per grandi e piccini, sempre in Piazza Cavour in prossimità del lago.  Attira l'attenzione di tutti i pattinatori folli del comasco e dintorni (dei ragazzi che schizzano velocissimi con le maniche corte -in dicembre!!!- vogliamo parlarne?), oltre che di neofiti delle lame ai piedi, ma soprattutto attira folle di spettatori curiosi (non odiatemi, ma è divertente vedere i ruzzoloni di tutti quelli che sono convinti che "Pattinare? Ma certo! Che ci vuole?" e corrono ad affittare un paio di pattini nella convinzione di far furore senza difficoltà...dite che sono cattiva??? Nooooo...beh, forse solo un po'!).











Da qualche anno, oltre che in Piazza Cavour, il Mercatino di Natale si estende anche nelle strade contigue, in particolare lungo via Plinio, la strada che collega la piazza al maestoso Duomo, parallelamente ai suggestivi portici.
L'appuntamento con gli espositori darà l'occasione ai  Cumàsc ed ai turisti (forestieri, si dice) di trascorrere lietamente il proprio tempo, passeggiando fra le casette illuminate, mentre si potrà assaggiare leccornie locali (salumi, formaggi locali di mucca e capra, pani particolari, dolci, polenta, cioccolata calda, vin brulè e brulè di mirtillo), che di altra provenienza (per esempio, il banchetto siculo è a dir poco invitante: frutta secca e candita, cannoli e cassatine, pasta di mandorle a volontà... senza dimenticare la casetta del cioccolato piemontese e la gastronomia umbro-toscana).
Inoltre è irresistibile per  lo shopping natalizio e per i regali (il dono è il tema portante di quest’anno) con vari stands di artigianato, oltre a stands vari come la coltelleria,  goloserie (dolci assortiti, torrone e praline), giocattoli, la pantofoleria, la lana merinos, monili vari, pelletteria, decorazioni natalizie, lana cotta, prodotti naturali e di erboristeria e tanto altro...

Il  Magic Light Festival

E’ quello che qualche anno fa si chiamava progetto luce, se non erro, io l’ho scoperto solo nel 2009, ma negli anni si è evoluto in maniera esponenziale. Era previsto fino al 2015, anno dell’Expo a Milano, ma anche dopo il progetto non solo è stato confermato, ma si è rinnovato ed evoluto tanto da lasciare i visitatori a dir poco a bocca aperta.




Il progetto si propone di unire idealmente, in un abbraccio di luce, la già citata Piazza Cavour alla Piazza Duomo, passando per i  Portici Plinio, oltre che via Maestri Comacini e via Pretorio. E da qualche anno si estende per tutte le vie del centro, in decori di luce spettacolari in particolare a Piazza San Fedele (l’antica Basilica è stupenda grazie alle proiezioni luminose, mentre sui palazzi tutto intorno “nevica”), allungandosi fino a Porta Vittoria, che chiude la zona pedonale di Città Murata.



Il Broletto
La storia del Broletto, proprio attaccato alla Cattedrale ve la racconta direttamente lui…
Lui chi? Il Broletto!
Quest’anno il Magic Light Festival ha dato il meglio di sé, perché addirittura la torre del Broletto parla e racconta la sua storia (video in calce a questo post) e quindi indirettamente la storia della città, tra dominazioni, guerre, incendi e ricostruzioni, ogni volta ancora più bello di prima.
Per i non comaschi, il Broletto è uno stupendo edificio stile romanico-gotico adiacente il Duomo che anticamente ospitava il comune di Como, edificato originariamente all'inizio del 1200 e che ha subito un po' di rimaneggiamenti nel corso della storia, ma è rimasto meraviglioso...Se volete saperne di più sulla sua storia, fatevela raccontare direttamente da lui...(sempre lui, il Broletto)




Per i più piccoli

Tra le iniziative dedicate ai bambini oltre alla torre parlante (che, credetemi, a ragione attira l’attenzione anche dei grandi) restano anche le attrazioni tradizionali , come la ruota panoramica sul lago e la giostra tradizionale del '700 con i cavalli e le carrozze, oltre al trenino della Città dei balocchi , che fa un suggestivo giro turistico della città a un  costo decisamente abbordabile (mi pare due euro, ma non ci giuro, quindi prendete con le molle questa informazione).
A Natale è arrivato Babbo Natale, mentre per il 6 gennaio come ogni anno è previsto l'arrivo della Befana, che distribuisce ai piccoli caramelle e regalini vari...speriamo arrivi anche quest’anno.

Solidarietà

All'interno del Mercatino di Natale, varie saranno le associazioni Onlus che si alterneranno nelle casette in Piazza Cavour e dintorni, a partire da quelle solidali di ricerca medica a quelle dell’Enpa o delle varie associazioni animaliste locali (proprio ieri c’era Como Scodinzola)
Troverete anche onlus locali che si occupano dare un Natale migliore a chi è costretto a vivere con minor gioia le festività, quindi associazioni di volontariato vario che offrono assistenza a persone indigenti, ammalati, diversamente abili.
Spesso le associazioni solidali presentano ai visitatori le loro attività e offrono ai passanti palloncini, gadget vari, riviste specializzate, artigianato vario e prodotti dolciari...magari in cambio di una piccola offerta assolutamente libera.

Percorsi di educazione civica

Si alterneranno nelle piazze del centro, gli stands delle  Forze dell'Ordine (progetto Natale in divisa) , noi abbiamo già fatto visita ai Vigili del Fuoco, ai Carabinieri (proprio ieri sera) e alla Polizia di Stato, che oltre a garantire la sicurezza dei visitatori, mostrano filmati, cartelloni, esibizioni ed esposizioni varie  e intrattengono persino i bambini con percorsi ludici guidati: i bambini saranno così piccoli pompieri o carabinieri, dopo aver spento un piccolo incendio o aver guidato delle minimoto (giocattoli teleguidati, tranquilli) con gli stemmi delle forze dell’ordine.
Proprio qui a Como alcuni anni fa, nello stand della Guardia di Finanza, ho imparato che i mitici cani della GdF ricevono il proprio nome dal Comando che nominerà i cani con la stessa iniziale per tutto l'anno.
Per esempio, se un cane si chiamasse -puta caso- Zarin , come il cane di un vecchio amico finanziere, significherà che quell'anno tutti i super-cani finanzieri si chiameranno con un nome che inizia per Z  (Zara, Zanna, Zaira, Zago ecc...)

Attestato di piccolo Carabiniere a Città dei balocchi...nome del bambino cancellato, ovviamente

Conclusioni

Precisiamo, per gli amanti dello shopping, che chiaramente in questo periodo la maggior parte dei negozi del centro restano aperti anche nei giorni festivi, tanto per consentire ai visitatori della manifestazione di acquistare gli ultimi regali o semplicemente di regalarsi qualche piccolo o grande piacere.
La manifestazione è organizzata dal Consorzio Como Turistica ed è principalmente sostenuta dalla  Regione Lombardia e  dal Comune di Como, oltre a numerose collaborazioni commerciali, tra cui la Fondazione Cariplo e  Amici di Como.
Lo scorso anno La Provincia di Como, quotidiano locale, ha riportato un conteggio di ben due milioni di visitatori per l'evento.

Maggiori info al sito www.cittadeibalocchi.it

Di seguito il suggestivo video della torre parlante del Broletto (video personale!)


(video personale della torre parlante del Broletto) 

You Might Also Like

4 commenti

  1. Adoro i mercatini di Natale e la pista di pattinaggio sul ghiaccio sono davvero bellissimi! Grazie per i consigli utili ^^

    RispondiElimina
  2. Bellissime queste iniziative, qui da me ogni tanto ci provano ma l'affluenza non è mai un granchè e l'organizzazione è pessima. e dire che Ravenna dovrebbe essere una città turistica! dovrebbe....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Ravenna è una città bellissima, è un vero peccato che a Natale non la si valorizzi ulteriormente

      Elimina
  3. i mercatini di natale sono favolosi, anche qui da me li organizzano ogni anno e sono sempre graditi

    RispondiElimina

Inviando il commento, accetti la POLITICA PER LA PRIVACY

Conformemente alla normativa attuale per la privacy (GDPR), ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulla piattaforma google disponibile nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO o l'opzione URL/NOME nella quale si può anche indicare solo un nome (reale o di fantasia) senza indicare alcun URL
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati o venduti a terzi.

Follow me on Twitter

Like us on Facebook